language selector
"MULTIGUIDA" ® Vino Olio Gastronomia Cultura Itinerari Tradizioni Curiosità
STRADA DELL'OLIO E DEL VINO DEL MONTALBANO - LE COLLINE DI LEONARDO

Statuto Dell’Associazione
“Strada dell’olio e del vino del Montalbano - Le colline di Leonardo”


Scarica PDF
Scarica PDF
ART. 9 – PERDITA DELLA QUALITÀ DI ASSOCIATO
La qualità di associato si perde:
- per decesso dell’associato persona fisica o scioglimento dell’associato persona giuridica;
- per vendita dell’azienda e/o cessione dell’attività di impresa;
- per recesso volontario;
- per esclusione, motivata da morosità nel versamento dei contributi perdurante da almeno 90 giorni, frode ai danni dell’Associazione, abuso del marchio dell’Associazione, inadempienza alle norme statutarie, in particolare per quanto concerne l’accettazione dei controlli, gravi inadempienze alle norme regolamentari, o fallimento dell’impresa associata.
Gli associati che abbiano cessato, per qualsiasi motivo, di far parte dell’associazione non possono ripetere i contributi versati, né hanno alcun diritto sul patrimonio dell’Associazione.

ART. 10 – SANZIONI
L’Associato che non adempia agli impegni assunti nei confronti dell’Associazione, violi le disposizioni del presente statuto o del relativo regolamento di applicazione, o comunque provochi con il proprio comportamento danno agli interessi dell’Associazione, é soggetto alle seguenti sanzioni in relazione alla gravità del comportamento adottato:
- richiamo a tenere un comportamento conforme ai doveri dell’associato, con l’avvertimento che, in mancanza, potrà trovare applicazione una sanzione di maggiore gravità;
- sospensione per tutto l’esercizio in corso di ogni e qualsiasi diritto connesso alla qualità di associato;
- esclusione dall’Associazione, nei casi di cui al precedente art.9 o per altri gravi motivi individuati dal C.d.A..
Il ritardo nel pagamento dei contributi associativi determina l’applicazione di un interesse di mora pari all’interesse legale in vigore, a decorrere dal quindicesimo giorno successivo alla scadenza del pagamento dei contributi medesimi. Il C.d.A. che adotti un provvedimento sanzionatorio deve comunicare all’interessato la sanzione stabilita mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento nella quale sia altresì contestato all’interessato, in modo preciso e dettagliato, il comportamento che ha dato luogo alla sanzione stessa. L’interessato può presentare reclamo contro il provvedimento allo stesso C.d.A. fornendo le proprie giustificazioni in forma scritta ed allegando gli eventuali documenti e prove a proprio discarico. In caso di reclamo il C.d.A. é tenuto, entro 60 gg. dal ricevimento dello stesso ed udito il parere del Collegio dei Probiviri, a confermare, modificare o annullare il provvedimento. Il reclamo da parte dell’associato non sospende l’efficacia del provvedimento sanzionatorio fino all’eventuale modifica o annullamento del provvedimento stesso da parte del C.d.A. É fatta comunque salva, per l’associato che abbia subito un provvedimento sanzionatorio, la possibilità di ricorrere al Collegio dei Probiviri.

ART. 11 – MODIFICHE NELLA TITOLARITÀ DELL’IMPRESA PARTECIPANTE
La qualità di associato é assolutamente intrasferibile, essendo imprescindibilmente collegata alla titolarità dell’impresa ovvero alla proprietà dell’azienda avente i requisiti richiesti dal presente statuto per la partecipazione all’Associazione.
Nel caso di successione nella titolarità dell’impresa, a seguito di trasferimento dell’azienda per atto tra vivi o per successione ereditaria, il nuovo titolare dell’impresa può presentare domanda di subentro nell’Associazione nel termine di 60 gg. dall’acquisto della titolarità. Sulla domanda provvede, nei 60 gg. successivi, il C.d.A., comunicando entro detto termine all’interessato l’accettazione ovvero il diniego della domanda medesima; frattanto, l’interessato gode degli stessi diritti ed ha gli stessi doveri del precedente associato.
In caso di diniego della domanda il subentrante può ricorrere al Collegio dei Probiviri; in caso di accettazione non é tenuto a pagare la quota di ammissione.

ART. 12 – ORGANI DELL’ASSOCIAZIONE
Sono organi dell’Associazione “Strada dell’olio e del vino del Montalbano - Le colline di Leonardo”:
- l’Assemblea dei soci/Comitato di gestione;
- il Consiglio di Amministrazione;
- il Presidente;
- il Collegio dei Revisori Contabili;
- il Collegio dei Probiviri.
Per l’assolvimento dei compiti di istituto o per la trattazione dei problemi specifici possono essere costituite Commissioni permanenti o Commissioni a tempo determinato composte da soli associati, da soli esperti esterni, ovvero a composizione mista. I criteri per la nomina e per il funzionamento delle commissioni sono stabiliti dal regolamento di applicazione del presente statuto. Il C.d.A. darà comunicazione all’assemblea delle Commissioni istituite nella prima riunione successiva alla istituzione.
Nel caso in cui lo sviluppo dell’attività dell’Associazione lo renda necessario, potrà essere nominato dal Consiglio di Amministrazione un Direttore.



Pagine dei risultati:    1 2 3 4 5 6 7
Richiesta disponibilità
Struttura:

Località

Area Utenti Registrati


Associazione della strada del MontalbanoProdotti Tipici
I Vini del Montalbano
L'Olio IGP
Cioccolato
Gastronomia
Artigianato





Percorsi on the road sul Montalbano, Tuscany
Percorsi "On The road"


Comunicati stampaComunicati Stampa




Provincia Pistoia