language selector
"MULTIGUIDA" ® Vino Olio Gastronomia Cultura Itinerari Tradizioni Curiosità
STRADA DELL'OLIO E DEL VINO DEL MONTALBANO - LE COLLINE DI LEONARDO

“Il crinale del Montalbano” - San Baronto - Vinci - Artimino


San Baronto


La Chiesa di San Baronto La località, situata nel comune di Lamporecchio (PT) ha una spiccata vocazione turistica, motivata da un ambiente ricco di vegetazione e che ben si propone per periodi di relax e anche per la possibilità di passeggiate nel verde lussureggiante dei boschi.
Si trova a 349 metri di altitudine sul mare ed è valico del Montalbano, in direzione di Pistoia e di Prato. La sua posizione lo rende terrazza naturale verso la pianura, con panorami e scorci di imperdibile bellezza. La natura sembra aver concentrato a San Baronto una sintesi della Toscana: colline, valli, estese aree boschive e coltivazioni di vite e di olivo, combinati con la piacevolezza di un clima mite, gradevole per la sua frescura in estate.

Nelle vicinanze di San Baronto sono visibili i resti della torre del Vitoni, che dominava la valle e i percorsi in direzione di Porciano: E' questo un chiaro segnale di quanto importante fosse il controllo del valico anche in epoca antica, trattandosi di un passaggio 'obbligato' sia per i mercanti sia, soprattutto, per gli uomini in arme.
Essenziale fu comunque la presenza di monaci benedettini, 'eredi' intorno al Mille del luogo di preghiera, culto e lavoro creato da San Baronto, monaco di origine franca. I monaci attuarono varie iniziative finalizzata a una migliore e più razionale coltivazione del suolo, trasformando l'economia con la diffusione delle vite e degli uliveti.
La Chiesa di San Baronto è tuttora visitabile nella sua architettura pressochè originaria, anche grazie alle ricostruzioni conseguenti ai danni subiti nella Seconda Guerra Mondiale. La Chiesa faceva capo al locale monastero benedettino già intorno al Mille. Presenta una facciata a capanna, con controfacciata interna in pietra nuda. Un campanile a pianta quadrata, in pietra, si eleva accanto alla Chiesa, con caratteristiche aperture a tutto sesto in concomitanza con la cella campanaria. L'interno è costituito da una sola navata, coperta da capriate lignee, e con transetto e abside circolari. Nelle due cappelle laterali sono conservate la tela seicentesca 'Madonna in trono con i Santi Baronto e Desiderio' e la tavola 'Madonna con il Bambino in trono tra i Santi Baronto e Paolo' (1603, opera di Tarquinius Gratus). Sull'altare si trova un crocifisso ligneo del XIV secolo. Rilevante è la cripta, il cui accesso è possibile da due scale laterali: si presenta con una pianta a croce latina e ha colonne diverse fra loro, probabilmente ottenute da materiale di recupero. Sono visibili resti di affreschi, soprattutto in corrispondenza dell'abside centrale, dove la tradizione vuole sia sepolto il corpo di S. Baronto. Torre del Vitoni

Il Gran Premio della Montagna del Montalbano
Il percorso del Gran Premio della Montagna che inizia a Lamporecchio e culmina a San Baronto presenta un dislivello di 277 metri, con pendenza media di 6,8%, raggiungendo la pendenza del 10% a 1,7 km dall'inizio della salita. Percorso impegnativo, quindi, almeno nel suo primo tratto, e che si snoda su 4 chilometri nel verde di un paesaggio unico.

La bellezza del percorso è infatti duplice: da una parte, l'impegno richiesto per affrontare la salita, nella varietà di curve e tornanti che delineano un cammino tutt'altro che monotono. Dall'altra, i tratti di rettilineo annunciano scorci di indimenticabile suggestione, in una cornice anche acustica dove la natura è protagonista. Non a caso, dal 1995, San Baronto è patrono riconosciuto dei ciclisti toscani. Una forte testimonianza di quanto il culto del Santo sia sentito nella zona e in tutta la regione e di quanto, quella salita fra il verde dei boschi e l'azzurro del cielo, rappresenti anche un percorso simbolico verso l'unica Chiesa esistente intitolata al Santo eremita.


Boschi, sentieri e un clima particolarmente ventilato e benefico caratterizzano questa localit? (m. 349 di altitudine), sita nel Comune di Lamporecchio, e raggiungibile da Larciano o attraverso il percorso di trekking o passando da San Rocco e Lamporecchio. Valico naturale del Montalbano verso Pistoia, oltre ad aree di campeggio (campeggio del Barco Reale), propone alcuni monumenti: i resti della torre del Vittoni, la Chiesa di San Baronto (facciata a capanna, controfacciata in pietra nuda, campanile a pianta quadrata, in pietra; interno a una sola navata, tele del Seicento; cripta).





Richiesta disponibilità
Struttura:

Località

Area Utenti Registrati


Associazione della strada del MontalbanoProdotti Tipici
I Vini del Montalbano
L'Olio IGP
Cioccolato
Gastronomia
Artigianato





Percorsi on the road sul Montalbano, Tuscany
Percorsi "On The road"


Comunicati stampaComunicati Stampa




Provincia Pistoia