language selector
"MULTIGUIDA" ® Vino Olio Gastronomia Cultura Itinerari Tradizioni Curiosità
STRADA DELL'OLIO E DEL VINO DEL MONTALBANO - LE COLLINE DI LEONARDO

“Il crinale del Montalbano” - San Baronto - Vinci - Artimino


Curiosità

Le Ville di Vinci
Sono quattro le ville di Vinci di particolare importanza: Villa Martelli, Villa del Ferrale, Villa di Calappiano e Villa Dianella. Tra le curiosit?, si segnala l?epigrafe sulla facciata di Villa del Ferrale, che ricorda il soggiorno di Giuseppe Garibaldi nella Villa nel 1867. Villa Calappiano fu invece casino di caccia dei Medici nel ?500. Anche Villa Dianella appartenne ai Medici; nella cappella oratorio del complesso edilizio ? sepolto il poeta Renato Fucini.

La flora e la fauna del Barco Reale
I confini del Barco Reale si estendevano in un?area compresa fra Artimino, Carmignano, San Baronto e Vitolini. Nella grande riserva di caccia voluta dai Medici vivevano lepri, fagiani, starne, cinghiali e varie specie di volatili. I boschi che la coprivano, e che ne sono ancora manto per grandi tratti, erano formati, allora come oggi, da querce, castagni, cerri, pini, lecci, abeti, olmi, cipressi e gelsi, nonch? arbusti quali il mirto e il ginepro.

La Lecceta di Pietramarina
Si trova a circa 570-580 metri sul livello del mare, all?interno del Barco Reale e si estende su 5 ettari. Oltre ai lecci, vi si trovano agrifogli, cerri, cedri, pungitopo, edera, rovi e felci.

A Bacchereto una nonna illustre
A Bacchereto, borgo un tempo munito di poderose fortificazioni, nella prima et? moderna, fra ?400 e ?500 erano attive sei fornaci per la produzione di ceramica. Ancora oggi ? possibile vedere la cosiddetta ?Fornace dei ceramisti?, risalente al Cinquecento. Sempre a Bacchereto si trova la cantina di Toia, dove abit? la nonna materna di Leonardo da Vinci, Lucia di Zoso

Il masso del Diavolo a Pietramarina
Nell?area di Pietramarina, sulla dorsale del Montalbano, gi? sede di un abitato etrusco, oltre alla bellezza del paesaggio ? possibile conoscere una stranezza leggendaria. Si tratta del Masso del Diavolo (foto), luogo che, per i suoi gradini scolpiti e le sue incisioni, ? considerato luogo di antichi culti.

Le campane del Montalbiolo
La Chiesa medievale di San Lorenzo a Montalbiolo (sec. XII) conserva campane antichissime: risalgono infatti al 1111.

San Baronto fra tradizione, leggenda e storia
La tradizione dice che qui visse il monaco franco Baronto, in eremitaggio, sino alla sua morte avventa nell?anno 681. La leggenda aggiunge che l?originaria Chiesa fu costruita da Baronto in una sola notte. La storia dimostra che qui vissero, dall?anno Mille sino al ? 500, monaci benedettini che si occuparono della messa a cultura di terre recuperate da aree boschive incolte.

back
Richiesta disponibilità
Struttura:

Località

Area Utenti Registrati


Associazione della strada del MontalbanoProdotti Tipici
I Vini del Montalbano
L'Olio IGP
Cioccolato
Gastronomia
Artigianato





Percorsi on the road sul Montalbano, Tuscany
Percorsi "On The road"


Comunicati stampaComunicati Stampa




Provincia Pistoia